sociale

Divento politicamente corretto

Affondo le mani nei particolari più truculenti e scabrosi di ogni vicenda, soprattutto se si tratta di tragedie, incidenti o efferati omicidi. Intervisto i parenti delle vittime e li invito in studio, con gli assassini, e sia che i parenti perdonino i criminali, sia che giurino vendetta, ho già un copione pronto da leggere come opinione personale. In ogni caso sto dalla parte giusta, ovvero da nessuna parte, ma con l’opinione pubblica. A volte faccio io l’opinione pubblica.

Il ruolo storico del precariato

La cultura del lavoro italiana é basata sul lavoro dipendente, sul posto fisso e la relativa sicurezza economica che ne deriva. Un licenziamento, un cambiamento professionale sono culturalmente fonte di timore e tremore. L’incontro con il precariato é stato quindi un vero e proprio shock culturale, e ci ha portato a due risposte emotive…

Lettera a un disilluso

Caro disilluso, ti scrivo questa lettera per parlare di te, e di me. In cosa credi? In nulla, vero? Sai che tutto è un’illusione, che niente è vero e soddisfacente, che niente, nessuno potrà più emozionarti, stupirti. Perchè hai già dato, hai già dato molto e non hai voglia di rimetterti in mezzo. Hai vissuto […]

Torna su