Guarda avanti

Alza gli occhi dallo schermo e guarda il tizio che hai davanti. Cosa c’é?

Esperienze, passioni, desideri, conflitti e semplici pensieri.

Quotidianità che si incrociano, universi che si sfiorano, talvolta si scontrano.

Districarsi nella rete intricata di singoli destini che possono suonare e risuonare soli o assieme. Come corde di chitarra disarmoniche. Eppure c’è la diffidenza, c’è il sospetto, e la travolgente disillusione di non vedere nell’altro (appunto) un altro, ma solo l’ombra del fastidio che getta sulla nostra particolare presenza in quel particolare momento della giornata in cui per un banale errore ci scontra con la spalla.

Magari ci fa cadere la borsa, la valigia, il cellulare e lo malediamo, senza pensare che malediamo un universo intero, e che quell’universo potrebbe essere parte del nostro stesso destino.

Camminiamo nella folla inconsolabilmente soli. E non é colpa dello smartphone.


Eroi incredibilmente umani

Cos’è un eroe?

Un eroe è chi immola la propria vita per una altro, un eroe è chi abbatte l’ostacolo supremo, un eroe è Prometeo che sfida gli déi e ruba loro il fuoco, sopportando per questo un’eternità d torture. Ulisse che grazie al suo ingegno supera mille ostacoli mortali. Un vigile del fuoco che estrae un’anziana dalle macerie di un terremoto, viva.

Un eroe è un mito, una leggenda, una persona che crea una suggestione tanto prepotente da colpire l’immaginario collettivo, da creare un mito, da rendersi immortale realizzando se stesso nella propria impresa.

Cos’è un eroe?

Qualcuno che riesce a crescere i propri figli senza farglielo pesare. Qualcuno che sopravvive senza il bisogno di rovinare la vita al prossimo. Qualcuno che si relaziona senza menzogne. Qualcuno che combatte la banalità per l’affermazione della propria banalità . Qualcuno che crede nella coerenza, anche senza sopravvalutarla, e disprezza per questo l’ipocrisia. Qualcuno che sa tenersi stretti i ricordi, e ne fa la narrazione della propria vita. Qualcuno che guarda l’altro come un essere umano di carne, sangue e emozioni, bandendo ogni etichetta. Qualcuno che non ha bisogno della crudeltà per affermare la propria presenza. Qualcuno che ama con libertà.

Qualcuno squisitamente umano.