Eventi e Recensioni

Eventi

23 Marzo 2018

In occasione della riedizione del suo primo romanzo «La corte dei miracoli» (2010) e della pubblicazione del testo «Venti giornate al rogo» (2017, Letteratura Alternativa), Edizioni Haiku e Lo Yeti presentano un incontro con l’autore Flavio Carlini. Moderano l’evento Valerio Carbone e Ilaria Nicciana.

Clicca per maggiori informazioni

 

Recensioni

Le parole utilizzate dall’autore sono difficili da digerire, possono offendere e marchiare indelebilmente la sensibilità di qualcuno ed il loro scopo è proprio questo: sfregiare, torturare, raschiare, qualunque cosa pur di non essere di semplice lettura, dimenticabile. In molte cose il protagonista e ciò che egli dichiara è esagerato, portato all’esasperazione, in totale coerenza con il suo modo di vivere e di pensare.

leggoquandovoglio.it – Recensione completa

È la denuncia dell’impossibilità a scrivere in un mondo, ormai educato e connesso ad un’arte mediocre, dove la cultura è dominata dalle false classifiche dei libri, identificata dalle stesse facce, ostaggio degli amici degli amici, fino al necessario, dignitoso, purificatore autodafé. Un viaggio da compiere senza pregiudizi quello nella sfrenata, radicale scrittura di Flavio Carlini, una navigazione accidentata ed eccitante per il lettore, sbalzato nelle rapide, oniriche acque della Moldava.

b-hop.it – Recensione completa

Grazie all’ottima ambientazione e allo stile forte ed incisivo è impossibile non avvertire l’atmosfera che avvolge l’intero libro. Noi capiamo il modo di pensare dei personaggi, la loro vita. Avvertiamo il cinismo, il realismo e la mancanza di speranza e possibilità ci fa avvertire la pesantezza di ciò che loro stanno vivendo. L’incapacità di uscire da quella che sembra essere un’enorme arena in cui solo il più forte può riuscire a sopravvivere.

leggoquandovoglio.it – Recensione completa

La bellezza e la verità de La corte dei Miracoli è proprio nello scoprire i personaggi di questa città scura, personaggi che non sono mostri , ma esseri umani. Come dice Ristos Eppure chissà, là dove qualcuno esiste sena speranza, è forse là che inizia la storia umana , come la chiamano, e la bellezza dell’uomo.

Luce in un prisma di pagine – Recensione completa

Se nelle lettere di Pasternak,  il filosofo non vuole essere riconosciuto suicida, ma la sua azione viene riletta come la vittoria futurista in un mondo  straziato dal silenzio staliniano, che lo rendono immune nella sua realizzazione; Nella seconda lettura, lo scrittore viene visto nella sua eterna solitudine ed emarginazione, in quella esistenza alienante, in cui la sua scelta lo portò alla concretizzazione…

Reader for blind – Recensione completa

Il pregio che personalmente riconosco agli autori è quello di essere stati  in grado di mantenere l’interesse del lettore sempre vivo con piccoli colpi di scena dettati, comunque, dai due grandi maestri descritti (Vladimir Majakovskij e Yukio Mishima), che si inseguono fino alla fine di un libro/saggio che, credetemi, nonostante il tema trattato non farete la minima fatica a leggere in pochissime ore. […] Quattro racconti che siciramente innescheranno nella vostra mente la seguente domanda: “Qual è il senso della vita?”

Les fleurs du mal – Recensione completa